Cultura e sport non si toccano! – Le false dichiarazioni di Apertamente

Il gruppo di opposizione “Apertamente” ha dichiarato pubblicamente che l’Amministrazione Comunale, con atto di giunta n.109 del 23.06.2015, ha messo in vendita lo stadio comunale, la pista di atletica, i campi da tennis e addirittura i locali della scuola di musica e quelli della farmacia.

Queste dichiarazioni non corrispondono a verità.

La delibera in questione riepiloga semplicemente i beni di proprietà dell’Amministrazione Comunale che potenzialmente potrebbero essere venduti non rientrando tra i beni indisponibili dell’Ente. Null’altro che una mera ricognizione.

Vero è infatti che la delibera in questione specifica, nella parte deliberativa (al punto 5), di riservarsi successivamente all’approvazione consiliare del bilancio preventivo 2015-2017, le azioni necessarie alla vendita degli immobili ed in particolare di individuare, sempre con apposito atto comunale, i beni comunali per i quali procedere alla eventuale alienazione, stabilendone modalità, i tempi e le priorità. Continua a leggere Cultura e sport non si toccano! – Le false dichiarazioni di Apertamente

Lo strano concetto di legalità del Sig. D’Ascanio

Non è mio costume replicare alle fantasiose accuse sulla legalità che da alcuni giorni il sig. D’Ascanio, coordinatore locale Forza Italia, avanza nei miei confronti, stante la pochezza delle argomentazioni avanzate e lo spessore personale del personaggio.

Tra le tante fandonie che ultimamente il sig. D’Ascanio romanza pubblicamente su di me c’è la mancata partecipazione a dibattiti dallo stesso organizzato sulla legalità, dibattito di cui non ho mai ricevuto invito (tra l’altro disertato da chiunque). Egli parla anche di una mancata solidarietà ai vigili urbani che in queste settimane hanno subito delle aggressioni nell’esercizio delle loro funzioni, affermazione non veritiera come dimostra anche un mio recente post. Continua a leggere Lo strano concetto di legalità del Sig. D’Ascanio