Emergenza Coronavirus – Attivato il COC (Centro Operativo Comunale) della Protezione Civile

E’ necessario affrontare questo momento difficile per la nostra comunità con consapevolezza e senza panico ma, allo stesso tempo, a livello comunale non dobbiamo trattare la problematica con superficialità sottovalutando i potenziali effetti del virus.

Dobbiamo garantire a tutti i cittadini le informazioni ed i supporti minimi per gestire questa emergenza che sta colpendo, oramai, buona parte del territorio italiano.

Ecco perché questa mattina, tra i vari provvedimenti presi, ho disposto anche l’attivazione del C.O.C. e cioè il Centro Operativo Comunale previsto nel piano di Protezione Civile, con lo scopo di sviluppare servizi di assistenza a favore della popolazione nonché di coordinare e dirigere la struttura comunale di protezione civile.

La nostra sala operativa, oramai da tempo, sta fornendo continue informazioni ai cittadini, comunicando le necessarie misure precauzionali. Sono indispensabili e occorre osservarle, anche se questo significa modificare per un breve periodo le proprie abitudini.

Ma dobbiamo andare oltre alla mera pur importante informazione.

Stiamo pianificando diverse forme di assistenza anche domiciliare soprattutto rivolte agli anziani (generi di prima necessità, farmaci, pasti preconfezionati), grazie alla indispensabile collaborazione dei volontari della Protezione Civile Comunale.

Allo stesso tempo stiamo provvedendo alla sanificazione degli uffici municipali, dell’asilo nido, della biblioteca e degli scuolabus, invitando ogni ente pubblico e privato, gestori di strutture comunali comprese le scuole, ad attuare tale attività.

Con misure precauzionali adottate stamane, presso gli uffici comunali garantiremo ai cittadini tutti i servizi, non solo quelli essenziali.

Vorrei ringraziare infine tutti gli operatori sanitari e i volontari del soccorso che in queste settimane stanno affrontando l’emergenza con enorme sforzo e professionalità, mettendo a repentaglio anche la propria salute.

Il Sindaco

Damiano Costantini

CHIARATECA: un nuovo progetto.

CHIARATECA: un nuovo progetto dell’Amministrazione Comunale.

Com’era la nostra Chiaravalle, tanti anni fa? Come si vestivano le persone, che lavori facevano, che scenari si aprivano davanti ai loro occhi? Quali personalità (e, perché no?, personaggi) popolavano le strade e… la storia?

Con CHIARATECA (iniziativa rientrante nel progetto RE-SOURCES del Comune di Chiaravalle) vogliamo cercare, raccogliere e condividere con tutti voi il prezioso patrimonio di foto storiche, documenti antichi, interviste e video che documentano la storia della nostra città.

CHIARATECA sarà un archivio consultabile online che voi stessi potrete contribuire ad arricchire.

Il team di CHIARATECA vi invita a recarvi presso il Comune portando lettere, cartoline antiche, vecchie foto di Chiaravalle (di cui manterrete i diritti): tutto ciò che documenti una Chiaravalle “d’epoca” e che ritenete possa essere utile per dare corpo a questo archivio di memoria. Tutto il materiale, salvo in caso di donazione, sarà restituito subito dopo la scansione e/o l’acquisizione e verrà contrassegnato con il nome del proprietario.

Per maggiori informazioni, scrivete a: resources@comune.chiaravalle.an.it
oppure recatevi in Comune e chiedete del PROGETTO RE-SOURCES o telefonate allo 071.9499202.

Vi aspettiamo per essere parte di questo prezioso progetto di conservazione.