Semplicemente GRAZIE!

Sono felice per la vittoria elettorale ottenuta con una percentuale straordinaria, pari al 72,86 dei votanti. Nella mia vita non ricordo una decisione così netta espressa dai cittadini durante la tornata elettorale a livello comunale.

Con questo voto gli elettori hanno riconosciuto l’ottimo lavoro effettuato dalla precedente Amministrazione guidata dal sottoscritto e formata da tante donne ed uomini che hanno dimostrato un forte senso di responsabilità nei confronti di questa città. Un voto che convalida  il nostro programma elettorale per Chiaravalle, basato su idee e contenuti e, allo stesso tempo, un voto che esplicita una richiesta dei cittadini: continuare a lavorare per migliorare la città da tutti i punti di vista, evitando di tornare al “passato”.

Credo però che il 10 giugno abbia anche rappresentato un punto di svolta della politica locale.

I cittadini, infatti, hanno rilegato ai minimi termini tutte le altre liste formate da partiti, chiedendo a gran voce un totale rinnovamento. Gli elettori  infatti hanno punito quel sempiterno risicato gruppo di persone facenti parte del panorama politico locale che, nei cinque anni precedenti, ha tentato di bloccare il lavoro della precedente amministrazione adducendo a risibili motivazioni. I votanti, inoltre, hanno compreso come la creazione ad hoc di tante liste in contrapposizione alla nostra rappresentasse l’ennesimo tentativo dei soliti noti, attraverso la tecnica della dispersione dei voti, per impedire la prosecuzione del progetto di rinnovamento della politica attuato in precedenza.

Non è pertanto una sconfitta dei partiti, è una sconfitta delle persone che da decenni e decenni guidano queste strutture politiche, senza un vero ricambio generazionale. Questi personaggi sono oggi la più grande causa da cui deriva la crisi dei partiti.

Va riconosciuta inoltre la volontà dei cittadini di premiare la giunta uscente mediante l’attribuzione di un numero consistente di preferenze agli assessori, in primis ad Eleonora Chiappa che con 844 voti ha superato i voti complessivi di ogni singola lista antagonista.

Allo stesso modo il giusto merito va attribuito agli appartenenti all’ex gruppo consiliare Apertamente, oggi corpo fondamentale della Lista Civica Chiaravalle Domani, che durante il precedente mandato hanno dimostrato un forte senso istituzionale partecipando a scelte importanti alla vita della nostra comunità.

Un grazie a tutti i componenti della lista civica “Chiaravalle Domani” per il lavoro svolto durante la campagna elettorale, ai consiglieri del precedente gruppo consiliare di maggioranza Chiaravalle Bene Comune per il sostegno leale durante il precedente mandato.

Un grazie alle centinaia e centinaia di persone che ci hanno aiutato in questa campagna elettorale e che personalmente mi hanno sostenuto in questi mesi, i più brutti della mia vita a causa della scomparsa della mia cara madre.

Un grazie alle numerose associazioni culturali, sociali, politiche e sportive (e i loro tifosi) che ci hanno sostenuto e comunicato le loro necessità.

Un sentito grazie al sig. Salvatore Esposito, il nostro “committente responsabile”, per aver lavorato incessantemente al disbrigo di tutte le pratiche burocratiche per la presentazione della lista e per aver organizzato le attività durante la campagna elettorale.

Un grazie speciale lo rivolgo ad Andrea Mosconi, il punto di riferimento politico per ognuno di noi, per aver svolto il difficile ruolo di capogruppo e per aver partecipato ad ideare questa realtà.

Il grazie più importante va rivolto però a tutti i cittadini che ci hanno dato fiducia.

Grazie a Tutti.

Damiano

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Le promesse elettorali di Ceriscioli (segreteria PD): cedo al Comune di Chiaravalle il casello idraulico ma al contempo lo vendo al privato.

Il casello idraulico, di proprietà della Regione Marche, versa in stato di abbandono da tanto tempo. Nel corso del nostro mandato il Comune di Chiaravalle aveva formalmente chiesto alla Regione Marche di acquisire il casello per un progetto legato al volontariato.

Come al solito nessuna risposta dal Presidente Ceriscioli. Meglio l’abbandono che la gestione a favore della città di Chiaravalle.

Ieri sera abbiamo saputo che il Presidente Ceriscioli, intervenendo nella campagna elettorale della segreteria del PD, ha in animo di cedere il casello idraulico al Comune di Chiaravalle.

Ma le promesse di Ceriscioli, che si presenta nella nostra città solo durante le campagne elettorali, sono attualmente INATTUABILI proprio per volontà dello stesso Presidente.

Il casello idraulico, infatti, è stato messo in vendita dalla Regione Marche in base al Regolamento Regionale n.4 del 3 aprile 2015. Essendo andata deserta la terza gara, è in corso una concreta trattativa privata con un privato ad un prezzo non inferiore a quello posto come base dell’ultima asta ridotto del 5%.

In pratica Ceriscioli promette ai cittadini chiaravallesi di cedere un bene immobile al Comune di Chiaravalle, ma nel contempo ne sta trattando la vendita con un privato.

Mi auguro che il grande interesse per Chiaravalle manifestato da Ceriscioli in questa campagna elettorale continui anche dopo il 10 giugno, a prescindere da chi guiderà l’amministrazione della città (vendita al privato permettendo).

Ma ho forti dubbi!

Damiano Costantini