Perché temono e vogliono impedire che il Sindaco incontri i cittadini? La mia replica al comunicato del circolo locale del Partito Democratico.

Perché temono e vogliono impedire che il Sindaco incontri i cittadini? La mia replica al comunicato del circolo locale del Partito Democratico.

“E’ vero…nella vita c’è sempre da imparare, ci si augura cose belle da trasmettere alle future generazioni ma….a volte capita che non sempre sia così”.

Inizia così il comunicato del PD di Chiaravalle che contesta la mia volontà di incontrare i cittadini in ogni luogo, anche nelle sedi delle associazioni come quella denominata Chiaravalle Domani. A ruota i circoli locali di Rifondazione Comunista e della Lega.

E’ proprio vero! Credo che ci sia sempre da imparare quando si ascoltano i cittadini con lo scopo di risolvere problematiche. Un principio che purtroppo non mi accomuna con il PD e le suddette forze politiche locali, così lontani dagli interessi reali delle persone.

Ci sono stati amministratori del PD (e anche tecnici comunali) che presso la sede di questo partito, per decenni, hanno incontrato imprenditori e costruttori (i soliti) per trasformare aree agricole in fabbricabili. Il sottoscritto incontra i cittadini in ogni luogo per una buca, un lampione, una scuola, un parco, ecc. Hanno ragione, evidentemente vogliamo trasmettere cose diverse alle future generazioni!

Se temete gli incontri che il Sindaco effettua con i cittadini in ogni luogo possibile, allora non gridate ad un attentato alla democrazia, fate semplicemente politica attraverso l’opposizione e cioè il ruolo che vi hanno assegnato, purtroppo in modo reiterato, i cittadini.

Come sempre le chiacchiere stanno a zero, ma vale un’unica regola, stare tra la gente e per la gente. Quando imparerete la lezione?

Damiano Costantini

Emergenza Coronavirus – Attivato il COC (Centro Operativo Comunale) della Protezione Civile

E’ necessario affrontare questo momento difficile per la nostra comunità con consapevolezza e senza panico ma, allo stesso tempo, a livello comunale non dobbiamo trattare la problematica con superficialità sottovalutando i potenziali effetti del virus.

Dobbiamo garantire a tutti i cittadini le informazioni ed i supporti minimi per gestire questa emergenza che sta colpendo, oramai, buona parte del territorio italiano.

Ecco perché questa mattina, tra i vari provvedimenti presi, ho disposto anche l’attivazione del C.O.C. e cioè il Centro Operativo Comunale previsto nel piano di Protezione Civile, con lo scopo di sviluppare servizi di assistenza a favore della popolazione nonché di coordinare e dirigere la struttura comunale di protezione civile.

La nostra sala operativa, oramai da tempo, sta fornendo continue informazioni ai cittadini, comunicando le necessarie misure precauzionali. Sono indispensabili e occorre osservarle, anche se questo significa modificare per un breve periodo le proprie abitudini.

Ma dobbiamo andare oltre alla mera pur importante informazione.

Stiamo pianificando diverse forme di assistenza anche domiciliare soprattutto rivolte agli anziani (generi di prima necessità, farmaci, pasti preconfezionati), grazie alla indispensabile collaborazione dei volontari della Protezione Civile Comunale.

Allo stesso tempo stiamo provvedendo alla sanificazione degli uffici municipali, dell’asilo nido, della biblioteca e degli scuolabus, invitando ogni ente pubblico e privato, gestori di strutture comunali comprese le scuole, ad attuare tale attività.

Con misure precauzionali adottate stamane, presso gli uffici comunali garantiremo ai cittadini tutti i servizi, non solo quelli essenziali.

Vorrei ringraziare infine tutti gli operatori sanitari e i volontari del soccorso che in queste settimane stanno affrontando l’emergenza con enorme sforzo e professionalità, mettendo a repentaglio anche la propria salute.

Il Sindaco

Damiano Costantini