Sport, musica e tempo libero nella nuova area polivalente.

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’Amministrazione Comunale ha raccolto una nuova sfida: la realizzazione di un’area polivalente in cui combinare musica, sport e tempo libero. E come al solito dalle parole è passata ai fatti, realizzando un vero e proprio progetto tecnico i cui lavori saranno appaltabili entro l’anno corrente.

L’area, situata nell’ex poligono di tiro accanto alla pista ciclabile che costeggia la sponda destra del fiume Esino e di superficie complessiva di oltre 9000 mq,. è stata già acquisita dall’Amministrazione Costantini.

Una vasta zona sarà dedicata alla realizzazione di concerti,  anche per mezzo dei nostri ragazzi. Finalmente la città avrà un luogo idoneo per questi eventi, fornendo un nuovo spazio all’assessorato alla cultura per l’organizzazione di festival e rassegne di musica moderna, evitando disagi ai cittadini. Il luogo si presta anche per altri eventi: esposizioni artistiche, spettacoli teatrali, rassegne culturali di ogni tipo e progetti con le scuole.

Ma l’area sarà dedicata anche allo sport e precisamente al tiro con l’arco , una disciplina che ha bisogno di una sistemazione definitiva ed in sicurezza.

Tutto questo però senza dimenticare l’importanza del relax e del riposo; l’area infatti sarà fruibile anche soltanto per potersi godere dei momenti di tranquillità con la realizzazione di un parco naturale di 3.500 mq.

L’obiettivo del progetto è, logicamente, valorizzare tutta Chiaravalle oltre che l’area dell’ex poligono di tiro a segna nazionale, ed è per questo che abbiamo in mente di sviluppare, in parallelo, un sistema integrato di offerta – ad esempio un portale web – a cui legare la nuova offerta degli eventi d’intrattenimento con l’insieme delle attività commerciali locali sparse sul territorio.

Ringrazio l’ing. Luca Cardinaletti che ha realizzato la progettazione tecnica.

Damiano Costantini

Annunci

Le promesse elettorali di Ceriscioli (segreteria PD): cedo al Comune di Chiaravalle il casello idraulico ma al contempo lo vendo al privato.

Il casello idraulico, di proprietà della Regione Marche, versa in stato di abbandono da tanto tempo. Nel corso del nostro mandato il Comune di Chiaravalle aveva formalmente chiesto alla Regione Marche di acquisire il casello per un progetto legato al volontariato.

Come al solito nessuna risposta dal Presidente Ceriscioli. Meglio l’abbandono che la gestione a favore della città di Chiaravalle.

Ieri sera abbiamo saputo che il Presidente Ceriscioli, intervenendo nella campagna elettorale della segreteria del PD, ha in animo di cedere il casello idraulico al Comune di Chiaravalle.

Ma le promesse di Ceriscioli, che si presenta nella nostra città solo durante le campagne elettorali, sono attualmente INATTUABILI proprio per volontà dello stesso Presidente.

Il casello idraulico, infatti, è stato messo in vendita dalla Regione Marche in base al Regolamento Regionale n.4 del 3 aprile 2015. Essendo andata deserta la terza gara, è in corso una concreta trattativa privata con un privato ad un prezzo non inferiore a quello posto come base dell’ultima asta ridotto del 5%.

In pratica Ceriscioli promette ai cittadini chiaravallesi di cedere un bene immobile al Comune di Chiaravalle, ma nel contempo ne sta trattando la vendita con un privato.

Mi auguro che il grande interesse per Chiaravalle manifestato da Ceriscioli in questa campagna elettorale continui anche dopo il 10 giugno, a prescindere da chi guiderà l’amministrazione della città (vendita al privato permettendo).

Ma ho forti dubbi!

Damiano Costantini