SULLA SICUREZZA DELLE NOSTRE SCUOLE: LE BUGIE DEL PARTITO DEMOCRATICO HANNO LE GAMBE CORTE.

I Consiglieri del Partito Democratico di Chiaravalle (Bianchini e Falà), attraverso il Corriere Adriatico, attaccano questa Amministrazione accusandola di non provvedere alla sicurezza degli studenti che frequentano le scuole di Chiaravalle e di rivolgere investimenti su altri lavori pubblici.

Non solo i firmatari di questo articolo mentono, ma in riferimento alla sicurezza delle scuole è facile affermare: da quale pulpito viene la predica.

All’inizio del mio primo mandato (2013)  dopo 20 anni di governo locale diretto dagli ex Sindaci Bianchini e Montali, entrambi esponenti del PD, ci siamo trovati una situazione drammatica in materia di sicurezza e manutenzione delle scuole, praticamente abbandonate alla stregua della maggior parte delle strutture pubbliche site nei vari quartieri della città.

In 20 anni hanno redatto esclusivamente 2 perizie attinenti la verifica sismica della scuola di via Leopardi e di via Marconi, mentre nessun lavoro di adeguamento sismico è stato mai realizzato.

La nostra Amministrazione ha realizzato i progetti tecnici (con costi rilevanti sul bilancio) della scuola Montessori di Via Leopardi realizzando al contempo lavori per circa 800 mila euro. Ricordo che la palestra presentava numerose crepe sulle quali, per 20 anni, l’unico intervento effettuato era quello di apporre dei pezzi di vetro sulle stesse per verificare il loro potenziale allargamento.

Abbiamo realizzato la verifica sismica e i progetti tecnici di adeguamento sismico delle scuole di via Paganini e a giugno partiranno i lavori di adeguamento sismico della Palestra per circa 260 mila euro. Tra l’altro, ricordo bene in Consiglio Comunale quando  i consiglieri del PD (Frullini, Fonti e Ruggeri) votarono contro a questo stanziamento.

Abbiamo elaborato inoltre la verifica sismica, i progetti tecnici di adeguamento sismico dell’asilo nido di via Donizetti e nel 2019 sarà bandita la relativa gara per circa 200 mila euro di lavori.

Per l’asilo Buozzi stiamo procedendo alla verifica sismica, mentre per l’asilo montessoriano di via S.Andrea stiamo procedendo ad espletare le ennesime pratiche richieste dall’Inail per la costruzione di una nuova scuola.

Per le scuole di via Marconi abbiamo realizzato i relativi progetti tecnici (in tre stralci) e stiamo partecipando, come tutti i Comuni d’Itala compresi quelli governati dal PD, ai Piani Triennali per l’edilizia scolastica per ottenere dalla Regione Marche circa 1 milione di euro per i lavori.

Senza contare la manutenzione straordinaria degli edifici effettuata all’interno delle scuole: il rifacimento della palestra priva addirittura di fognatura e di un adeguato tappeto, le tinteggiature interne,  l’acquisto dei banchi e delle sedie di cui i nostri ragazzi erano sprovvisti, ecc.

Sorprende pertanto che l’ex Sindaco Bianchini, Falà ed il PD, dopo 25 anni in cui il PD ha partecipato al governo locale, non siano ad oggi ancora in grado di conoscere lo stato delle scuole dal punto di vista sismico. Ciò sta a testimoniare che in 25 anni si sono sempre disinteressati dello stato delle scuole pubbliche.

Dinanzi al problema dell’adeguamento sismico delle scuole, comune a tutte le città d’Italia, è necessario che la Regione Marche (governata dal PD) e il Governo italiano (sino ad un anno fa diretto dal PD) forniscano agli Enti Locali consistenti finanziamenti.

Basta queste poche righe per capire chi davvero ha a cuore la sicurezza degli studenti e chi preferisce solo proferire chiacchiere e bugie.

La questione della sicurezza è una questione importante, che va rivolta non solo alle scuole ma ad ogni zona della città. Ecco perché abbiamo in questi 5 anni l’abbiamo sempre messa al primo posto con tantissimi interventi. Il progetto di riqualificazione dei marciapiedi di v.le Della Vittoria che andremo a presentare ai cittadini nei prossimi giorni, causa di numerosi danni subiti dai cittadini soprattutto anziani, segue questo principio. I soldi vano spesi in base a delle priorità, concetto sicuramente estraneo alla segreteria del PD se pensiamo che nel 2008 hanno contratto un mutuo di circa 730 mila euro da pagare sino al 2027 per costruire la pista ciclabile in via S.Andrea.

Ripeto: ma da quale pulpito viene la predica!

Damiano Costantini

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci