Ho letto che la segreteria del PD non sosterrà il Sindaco Costantini. Niente di nuovo sotto il sole…

A replica dell’articolo apparso sul Corriere Adriatico a firma della segreteria del PD, riporto un esaustivo comunicato redatto dai Consiglieri Comunali del gruppo “Chiaravalle Bene Comune”.

Con il comunicato del 13 gennaio (vedi foto) la segreteria locale del Partito Democratico di Chiaravalle  ha finalmente rotto gli indugi e messo le cose in chiaro dopo tantissimi mesi passati ad affermare, a parole, di sostenere il Sindaco Costantini e l’Amministrazione Comunale e a comportarsi, coi fatti, in modo totalmente contrario.

La Segreteria diretta da Giovanni Brandoni (con l’apporto dell’ex Sindaco Bianchini e di Massimo Bitti, colui che fece cadere la scorsa Giunta) ha infatti dichiarato pubblicamente di OPPORSI sia alla riconferma del Sindaco Costantini alla guida della coalizione di centro sinistra che governa la città e sia alla medesima coalizione.

Del resto il segretario Brandoni lo aveva comunicato a tutti noi già nel settembre 2016 e in questi ultimi 12 mesi il gruppo risicato del PD – rimasto con 3 consiglieri su 9 iniziali – più volte si è opposto alla maggioranza con la speranza di far cadere la Giunta. Le dichiarazioni pubbliche dell’ex Capogruppo del PD in Consiglio sono chiarificatrici: la segreteria del PD da mesi gli ha chiesto di votare contro questa maggioranza e di prendere le distanze dal Sindaco per il futuro (vedasi foto articolo Resto del Carlino).

articolo mattia

Alla luce di quanto sopra possiamo affermare: non è il Sindaco ad aver rotto con il PD, ma è la segreteria del PD ad aver rotto con il Sindaco e con tutto il centro sinistra, comprese le migliaia di elettori, simpatizzanti ed iscritti al PD.

Costantini è un Sindaco scomodo per la segreteria del PD, come sono scomodi tutti quei consiglieri provenienti ed appartenenti anche al medesimo partito. Salvaguardando il patto con gli elettori sancito nel 2013 questi consiglieri NON hanno accettato i diktat di una segreteria che, sempre più lontana dagli interessi dei cittadini, ha lavorato solo per far cadere questa Amministrazione.

In fondo, la colpa di Damiano Costantini è stata proprio quella di avere vinto le primarie del 21 aprile 2013 contro il candidato del PD, l’attuale segretario Giovanni Brandoni, destinato ad una apparente facile vittoria e carriera. Ma la colpa principale del Sindaco Costantini e dei suoi Consiglieri è stata quella di guardare dove non si doveva guardare, di riportare alla luce questioni su cui doveva gravare un silenzio tombale, in primis la questione della realizzazione del megastore a pochi metri dal monastero, una delle pagine più brutte della storia di Chiaravalle (speriamo solo dal punto di vista politico). Un’Amministrazione che ha cambiato rotta rispetto alle gestioni del passato, dimostrando che con l’impegno si possono raggiungere risultati positivi.

Prendiamo atto, a questo punto, della volontà della sola Segreteria del Partito Democratico di correre in maniera autonoma, senza l’appoggio del centro sinistra.

Cominciamo a pensare a quale potrà essere il percorso politico in grado di dare continuità al progetto di questi anni, concludendo alcune grandi partite ancora aperte quali quella del recupero del monastero, del futuro dell’area ex CRAL, della messa in sicurezza di tutti gli edifici scolastici e il potenziamento delle strutture socio-sportive della città.

Siamo pronti a lavorare per creare una NUOVA SQUADRA, aperta alle associazioni (di natura sociale, culturale, sportiva e politica) e cittadini (anche simpatizzanti ed elettori del PD) che si riconoscono nel modo di governare adottato in questi cinque anni e vogliano dare il loro prezioso contributo affinché non si torni indietro, ma si riesca ad andare ancora avanti nel lavoro di rendere Chiaravalle davvero più bella.

Gruppo Consiliare Chiaravalle Bene Comune a sostegno del Sindaco Costantini.”