Asfaltatura e lampade a led: nuova vita per via Don Milani, a costo zero per il Comune

Asfaltatura e lampade a led: nuova vita per via Don Milani, a costo zero per il Comune.

L’attesa si è prolungata, ma ne è valsa la pena. Ora i residenti di via Don Milani possono ben dire di avere una strada accogliente, sicura e veramente all’avanguardia.

La promessa fatta da questa Amministrazione è stata mantenuta ed ora sono contento di poter dire che la riqualificazione della via è terminata, consegnando agli abitanti della zona un’area nuova nell’aspetto e nella tecnologia adottata. Oltre alla sistemazione del fondo stradale e all’asfaltatura, infatti, si è proceduto all’installazione della pubblica illuminazione utilizzando lampade a led di ultima generazione, che coniugano potenza e basso consumo. Un intervento importante e necessario per questa zona chiaravallese vicina alla stazione, che nel tempo ha visto crescere la sua popolazione e gli immobili ad uso abitativo, senza che però ci fosse un adeguato sviluppo dei servizi urbani.

Per capire meglio come sono andate le cose e il motivo di questa attesa un po’ prolungata, credo sia bene fare un cenno alla storia di questa via. Nella zona in questione, prima del mio insediamento, gli ufera stata data l’autorizzazione a costruire ma non erano state previste opere di urbanizzazione, come la sistemazione delle strade e la pubblica illuminazione appunto. Ciò ha portato alla crescita di un’area nei fatti abbandonata al suo destino. Ad alcuni residenti della via, con cui ho avuto modo di confrontarmi, ho promesso che questa Amministrazione avrebbe restituito il degno valore e il decoro che questa zona, al pari di tutte le altre della città, merita. La questione era stata affrontata anche in Consiglio Comunale grazie ad una interpellanza presentata dal gruppo consiliare Apertamente.

Si trattava solo di capire come intervenire.

Si sarebbero potuti finanziare i lavori con le risorse comunali, in tempi più brevi ma con esborso consistente (si tratta di oltre 50.000 euro), e ben si sa che per attingere alle casse pubbliche bisogna poi rinunciare ad altrettanti importanti ed urgenti interventi che pure sono necessari. O si sarebbe potuta tentare la via di una trattativa con un imprenditore titolare di un diritto di lottizzazione su una zona limitrofa a via Don Milani – diritto acquisito a seguito di varianti urbanistiche effettuate precedentemente al mio mandato. E questo abbiamo scelto di fare, ottenendo che l’imprenditore finanziasse la riqualificazione della via. Ovviamente la trattativa, condotta dal nostro Ufficio Urbanistica, ha allungato un po’ i tempi dell’intervento, ma ha permesso di raggiungere il risultato promesso e a costo zero per il Comune. L’ente, in pratica, ha gestito e completato la riqualificazione urbanistica ma non ha subito nessun esborso di denaro grazie all’esito positivo di questa trattativa. E questo significa che, con il denaro risparmiato, potremo effettuare altri interventi importanti per la città.

Ci è voluto un po’ più di tempo, ma abbiamo mantenuto la nostra promessa, sia con i residenti sia con tutti i cittadini, ai quali abbiamo garantito che avremmo gestito oculatamente le casse comunali. Perché una Chiaravalle più bella passa anche per una conduzione ottimizzata degli interventi e delle spese.

Damiano Costantini