Cafè Alzheimer, nasce un nuovo spazio di solidarietà a Chiaravalle. Presentazione lunedì 8 maggio – ore 17.00

Cafè Alzheimer, nasce un nuovo spazio di solidarietà a Chiaravalle. Presentazione lunedì 8 maggio ore 17, presso i locali comunali di via Rinascita 3/b.

E’ una Chiaravalle sempre più sociale quella che si incontra al Cafè. Sì, perché l’amministrazione che guido è fermamente convinta che siano gli spazi pubblici di confronto e lo scambio tra cittadini il modo migliore per sviluppare un’adeguata sensibilità a tematiche delicate ed importanti come quelle che riguardano gli anziani.

Nasce così Cafè Alzheimer, un progetto che mira ad approfondire sotto diversi punti di vista questa temibile patologia che colpisce un numero sempre più elevato di soggetti. Il Cafè propone una serie di incontri per discutere di questa malattia e delle sue ripercussioni sulla vita familiare e sociale del malato. Non rigide lezioni o conferenze, ma un vero e proprio spazio aperto, un laboratorio dove incontrarsi e mettere reciprocamente a disposizione le proprie esperienze e per dare servizi ed espletare attività a favore di coloro che soffrono di questa patologia. Il progetto è rivolto in particolar modo a malati, familiari, operatori ed esperti del settore, e mira a creare una rete di contatti e di conoscenze per riuscire a gestire al meglio la patologia.

Sono orgoglioso di poter proporre alla cittadinanza questa opportunità, interamente finanziata dal Comune di Chiaravalle – Assessorato alle Politiche Sociali. Un’opportunità che tratta una malattia, come l’Alzheimer, che troppo spesso è rimasta chiusa tra le mura domestiche, essa stessa portatrice di isolamento e distacco dalla socialità quotidiana. Condividere le proprie esperienze con altri che si trovano ad affrontare tutti i giorni le stesse problematiche –è provato- aiuta a ritrovare un buon livello di pratica relazionale, crea una rete di solidarietà e fornisce alle famiglie spunti utili per gestire al meglio la vita del malato e la propria.

Il Cafè Alzheimer prenderà il via lunedì 8 maggio, giorno in cui il progetto verrà presentato, alle ore 17, nei locali dello spazio associativo del Comune in viale Rinascita 3/b, di fianco alla biblioteca, e avrà un appuntamento fisso, completamente gratuito, ogni quindici giorni il lunedì, dalle 17 alle 19, sempre nei locali dello spazio associativo.

Per questa prima fase di avvio ci siamo attenuti alle tempistiche consigliate dagli esperti del settore, ma il nostro impegno sarà quello di ampliare ulteriormente il progetto, anche in base alle esigenze della popolazione.

Voglio ringraziare l’Assessore alle Politiche Sociali Cristina Amicucci, forte promotrice del progetto, e le associazioni Alma, Anteas e Avulss per il loro importante sostegno. E voglio invitare tutta la cittadinanza a non perdere questa opportunità per aiutare ed aiutarsi.

Per informazioni: Ufficio Servizi Sociali (0719499257), tel. 3391524324, 3385305865, 3339889501

Damiano Costantini