Il centro diabetologico di Chiaravalle rimarrà operativo. La mia risposta alle inesattezze di Pierpaolo Morosini

Questa mattina è apparso su Vivere Jesi un articolo di Pierpaolo Morosini (http://www.viverejesi.it/2016/07/07/chiaravalle-centro-diabetologico-morosini-meetup-scrive-al-sindaco/597306/), già candidato a Sindaco nel 2013 con una lista civica.

Ecco la mia risposta.

Gent.mo sig. Morosini,

la informo che le opposizioni consiliari hanno la possibilità di avere una bacheca istituzionale da installare in prossimità del Comune e ciò in conformità al Regolamento Comunale sulla pubblicità e sulle pubbliche affissioni (Delibera del Consiglio Comunale n.99/2008, approvata da un diverso Consiglio rispetto a quello attuale).

Non credo di aver colpe se nel maggio del 2013 Lei, in qualità di candidato a Sindaco per una lista civica, non ha ottenuto un numero di voti sufficienti a rappresentare una forza di opposizione in seno al Consiglio Comunale.

Sempre in virtù del sopracitato Regolamento, tutte le opposizioni (anche quelle non consiliari) possono usufruire di ulteriori mezzi di “propaganda” così come enunciati nel disposto consiliare. Il rispetto della norma regolamentare è competenza del Dirigente Comunale e non del sottoscritto.

La invito a leggere la normativa vigente prima di scrivere fatti non corrispondenti al vero, come suo solito.

Per quanto concerne la prospettata chiusura del centro diabetologico sito accanto ai locali della Farmacia Comunale, le allego la nota del 29.06.2016 a firma del dr. Gianni Genga (Direttore Generale dell’INRCA), con la quale si comunica “che verrà mantenuta l’operatività del centro diabetologico presso il Comune di Chiaravalle”.

Un risultato ottenuto da questa Amministrazione anche per mezzo dell’associazione per la Tutela del Diabetico diretta dal dr. Silvano Secchiero, attivata dai Comuni di Chiaravalle e Falconara Marittima.

Ancora una volta la invito ad informarsi in modo adeguato, magari rivolgendosi agli uffici comunali, prima di scrivere fatti non corrispondenti al vero.

Non credo che i chiaravallesi iscritti al Movimento 5 stelle, eccetto Lei, siano populisti. Sono molto attento anche alle loro considerazioni, nate nel segno del cambiamento alla stregua di questa maggioranza consiliare, che lavora giornalmente per il solo bene della città e non per ottenere quello che Lei definisce “premio”.

Credo infine che la sua esperienza di valente e preparato medico possa essere messa a disposizione della collettività. Sarà mia premura rigirare il suo curriculum al Direttore Generale dell’Inrca che sicuramente Lei conoscerà, avendo ricoperto il ruolo di Direttore Generale dell’Asur ZT8 grazie alla giunta regionale dell’ex Presidente Spacca.

Cordialmente

Damiano Costantini

Annunci