Lavori sulla scuola di via Leopardi.

Vedere le scuole elementari di via Leopardi a Chiaravalle in fase di ristrutturazione è motivo di emozione ed orgoglio: solo investendo nell’istruzione si può dare un presente ed un futuro ai giovani”.

È il commento di un noto cittadino chiaravallese, apparso sabato scorso sui social; lo condivido totalmente in quanto rispecchia i propositi che hanno ispirato l’azione dell’Amministrazione Comunale e di tutto il gruppo di maggioranza.

In termini pratici investire sulle scuole significa mettere in sicurezza e riqualificare quelle esistenti nonché fornire nuovi edifici, con spazi più idonei alle esigenze dei nostri ragazzi, con laboratori e con ulteriori impianti sportivi.

In questi mesi abbiamo svolto moltissime manutenzioni straordinarie nelle scuole, costruito parcheggi adiacenti alle stesse (via Ancona, via Buozzi, via S. Andrea), realizzato interventi per il rispetto della normativa antincendio e soprattutto, cosa di non poco conto, abbiamo effettuato le progettualità per la verifica sismica, per la ristrutturazione con relativo adeguamento e per l’efficientamento energetico: questione di estrema importanza che ci permette di recuperare somme a bilancio da destinare, ancora una volta, alla scuola. Senza progetti e senza valutazioni tecniche non sarebbe stato possibile procedere a nessuna riqualificazione né alla richiesta di finanziamenti.

Sono già iniziati i lavori di ristrutturazione del plesso A della scuola di via Leopardi: una struttura, voluta dopo la seconda guerra mondiale dall’allora Sindaco Molinelli, che necessita di interventi strutturali per l’adeguamento sismico e per l’efficientamento energetico.

Come attuale Sindaco della città, sono felice di reiterare la scelta del mio illustre predecessore.

Un intervento di 337 mila euro è stato interamente finanziato con un fondo regionale, che dimostra la validità della scelta effettuata dall’Amministrazione Comunale, la quale ha preferito dedicare i fondi regionali a favore della sicurezza delle scuole piuttosto che destinarli ad altri investimenti. Ulteriori 135 mila euro, a carico del bilancio, saranno spesi per la ristrutturazione della palestra del medesimo complesso scolastico. Il finanziamento per la riqualificazione del plesso B è stato inserito nel bilancio pluriennale.

Ma il desiderio più grande è quello di costruire due nuove scuole (la scuola materna di via S. Andrea e una scuola elementare in via Paganini) attraverso un finanziamento INAIL: per la concessione di esso al Comune di Chiaravalle ci sono concrete possibilità che speriamo abbiano la meglio su eventuali ostacoli (burocratici o di altro tipo).

Con l’aiuto dei cittadini che vogliono bene a questa città garantiremo, una volta per tutte, la sicurezza e il diritto allo studio dei nostri ragazzi, i protagonisti della futura Chiaravalle più bella!

Damiano Costantini