Fondazione Chiaravalle Montessori, una realtà positiva per Chiaravalle e non solo

Oggi Il Resto del Carlino ha dedicato un’intera pagina dell’edizione nazionale ad una nostra realtà chiaravallese, la Fondazione Chiaravalle Montessori, ente giovane e dinamico che lavora per far conoscere, a livelli sempre più ampi, i pensieri e le opere della nostra concittadina più famosa: Maria Montessori.

La Fondazione Chiaravalle Montessori opera in tutto il territorio marchigiano gestendo i corsi di specializzazione in differenziazione didattica al metodo Montessori per tutte le fasce di insegnamento dove esso si applica (prima infanzia, infanzia e primaria). Ha inoltre collaborato a master in partnership con l’Università di Macerata ed ha organizzato in questi ultimi anni, in quanto ente formatore riconosciuto dalla Regione Marche, varie tipologie di corsi per formare docenti nel lavoro a supporto di minori disabili.

In questi ultimi anni decine di privati, genitori e municipalità si sono rivolti a noi richiedendo l’attivazione dei suddetti corsi in città come Fano, Porto San Giorgio, San Benedetto del Tronto, Civitanova Marche e ovviamente Chiaravalle (solo per citarne alcuni) e in questa nostra ancora giovane storia possiamo vantare di aver già formato circa 350 insegnanti.

Il numero delle domande di partecipazione ai nostri corsi è in costante crescita; basti pensare che ogni singolo corso può tenere al massimo 50 studenti e le richieste che ci pervengono superano costantemente questo numero, a volte doppiandolo. Questo giusto per dare un idea dell’interesse che esiste nelle Marche verso l’argomento.

La Fondazione Chiaravalle Montessori sul Carlino
La Fondazione Chiaravalle Montessori sul Carlino
Se è vero, come crediamo, che avere circa 200 scuole che utilizzano il metodo Montessori su tutto il territorio nazionale non sia abbastanza, è altrettanto vero che nelle Marche si contano circa 20 istituti, cioè il doppio della media nazionale per ogni Regione. Molti di questi istituti sono nati a seguito di sperimentazioni ed incontri ad opera della Fondazione Chiaravalle Montessori con le rispettive municipalità e/o gruppi di insegnanti e genitori interessati al metodo.

Questa sorta di counseling non si ferma ai confini scolastici, in quanto l’aiuto della Fondazione Chiaravalle Montessori è stato richiesto in questi ultimi anni da oltre 20 imprese, nazionali ed internazionali (Italia, Romania, Brasile, Cina, ecc…), che operano nel campo dell’educazione a vari livelli al fine di certificare che i loro prodotti rispettino i canoni e criteri del metodo Montessori.

L’impegno nel diffondere la filosofia montessoriana ci ha portato negli ultimi mesi a recepire diverse richieste di istituzione di corsi di formazione per insegnanti provenienti dall’estero (su tutti Gran Bretagna e Messico).

Queste sono arrivate anche grazie alla serietà totale con cui ci approcciamo all’educazione del bambino. Una serietà che non perdiamo occasione di mettere a disposizione della comunità tutta tenendo periodicamente convegni dall’ampio respiro internazionale, ultimo dei quali proprio lo scorso 6 e 7 febbraio a Perugia in collaborazione con Centro Internazionale Montessori del Prof Luciano Mazzetti, convegno che ha visto la presenza, tra gli altri, di Richard Ungerer, direttore esecutivo dell’American Montessori Society cioè uno dei più grandi enti montessoriani al mondo, da noi invitato.

Infine un accenno ai dati che riguardano la Casa Natale di Maria Montessori, quello che probabilmente è ancora oggi un segreto per molti chiaravallesi (la casa si trova in pieno centro, Piazza Mazzini 10) di certo non lo è per i circa 3.000 visitatori che ogni anno vengono a visitarla da ogni angolo di mondo (Patagonia, Giappone, Australia, Olanda, USA, Polonia e molti altri).

Questo segreto fortunatamente è condiviso e apprezzato sempre più anche dagli italiani, probabilmente anche grazie ad un intenso programma di visite scolastiche che ogni anno porta circa 25 scolaresche in visita da tutta Italia durante la stagione invernale.

Questo è solo un brevissimo affresco di ciò che è stata in questi ultimi anni l’attività della Fondazione Chiaravalle Montessori, un’attività che sta per essere implementata fortemente anche sul piano digitale e multimediale, per portare sempre di più la figura di Maria Montessori e la storia di Chiaravalle verso la fama che meritano.

Damiano Costantini